STATUTO C.R.A.L. AUTOCAMIONALE DELLA CISA S.p.A.

ART. 1

Nello spirito della Costituzione Repubblicana ed in base agli articoli 36 e seguenti del Codice Civile è costituito con sede in Pontetaro di Noceto(PR), Via Camboara no 26/A, un Circolo dei Dipendenti dell'Autocamionale della Cisa S.p.A. con denominazione "Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori Autocamionale della Cisa".

ART. 2

Il Circolo si propone:

  1. di sollecitare e promuovere l'impiego del tempo libero dal lavoro;
  2. di favorire ai Lavoratori l'esercizio del diritto alla ricreazione ed alla elevazione culturale;
  3. di stimolare lo spirito di solidarietà e di amicizia tra tutti i Lavoratori.

A tali fini si prefigge di:

  1.  prendere quelle iniziative nel campo della cultura, dello sport, del turismo, dello spettacolo, dello svago, rispondenti alle esigenze degli associati;
  2.  raggiungere tutti quegli accordi atti a garantire l'economicità e la funzionalità nella gestione del Circolo in modo da favorirne il suo sviluppo;
  3.  dare la propria adesione a quelle Associazioni o Enti che possono favorire il conseguimento dei propri fini sociali;
  4.  il Circolo dell'Autocamionale della Cisa non persegue alcuna finalità di lucro e non aderisce ad alcune ideologia politica.

ART. 3

Possono essere Soci del Circolo tutti i Dipendenti dell'Azienda e i pensionati ex dipendenti purché iscritti. I componenti del nucleo famigliare del Socio (intendendo per tali il coniuge e i figli, oppure i genitori nel caso di Soci non coniugati) potranno usufruire dei servizi, delle agevolazioni e delle iniziative del Cral. Altri appartenenti al nucleo famigliare del Socio ordinario, potranno partecipare alle varie iniziative del Cral in via del tutto subordinata.

ART. 4

Al momento dell'iscrizione il Socio riceverà la Tessera Sociale del Circolo, documento atto a qualificarlo come tale e dovrà versare la quota relativa dal 1 0 Gennaio di ogni anno. Essa rimane valida per tutto l'anno solare e potrà essere disdetta entro il 31 Dicembre di ogni anno. I Soci sono tenuti:

  •  al pagamento della Quota Sociale;
  •  all 'osservanza dello Statuto, dei regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli Organi Sociali.

ART. 5

Le iniziative del Circolo devono riflettere lo spirito dello stesso e possono essere stabilite da regolamenti interni. Ogni momento organizzato della vita del Circolo è rappresentato dal Consiglio Direttivo del Circolo.

ART. 6

Patrimonio Sociale

Comma 1 :
Il Patrimonio Sociale è costituito:

  1.  dalle quote sociali d'iscrizione stabilite annualmente dal Consiglio Direttivo;
  2.  dal contributo dell' Azienda;
  3.  da contributi, erogazioni e lasciti diversi;
  4.  dall'eventuale patrimonio mobiliare ed immobiliare di proprietà.

Comma 2:
Qualora il Cral dovesse cessare l'attività, in caso di scioglimento per qualsiasi causa, devolverà il patrimonio ad altra Associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità.

ART. 7

Bilancio

Il Bilancio Consuntivo riguardante l'esercizio sociale dal 1 ° Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno, deve essere approvato dall'Assemblea entro il 31 Marzo dell'anno successivo, insieme con il Bilancio Preventivo dell'anno.
Il Bilancio Preventivo dell'anno viene approvato tenendo conto del patrimonio disponibile, nel cui limite devono essere decise le attività dell'Associazione.
Il patrimonio disponibile, di cui tenere conto per l'approvazione del Bilancio Preventivo, è costituito da:

  1.  eventuale residuo attivo dell'esercizio precedente;
  2.  quote sociali;
  3.  contributo Aziendale;
  4.  eventuali apporti finanziari esterni.

Nell 'approvazione del Bilancio Preventivo una quota parte, stabilita dall'Assemblea dei Soci, deve essere destinata a riserva.

ART. 8

Assemblee

Le Assemblee dei Soci possono essere ordinarie e straordinarie.
Le Assemblee sono convocate con annuncio scritto affisso nei luoghi idonei presso il luogo di lavoro, almeno 5 giorni prima dell'effettuazione.
Le decisioni delle Assemblee sono insindacabili e annullano tutte le altre eventualmente prese da altri Organi.

ART. 9

Assemblea Ordinaria

L' Assemblea Ordinaria viene convocata ogni anno nel periodo che va dal 31 Dicembre al 31 Marzo successivo.
Essa:

  •  approva il Bilancio;
  •  approva gli stanziamenti per iniziative previsti dall 'articolo 7 del presente Statuto;
  •  delibera sulla gestione sociale del Consiglio Direttivo.

ART. 10

Assemblea Straordinaria

L' Assemblea Straordinaria è convocata:

  •  tutte le volte che il Consiglio ha maggioranza dei componenti o dei due terzi dei presenti lo reputi necessario;
  •  ogni qualvolta ne faccia richiesta il Collegio Sindacale;
  •  allorché ne faccia richiesta scritta e motivata almeno 2/10 dei Soci.

L'assemblea deve aver luogo entro 30 giorni dalla data in cui viene richiesta.

ART. 11

In prima convocazione, l'Assemblea, sia Ordinaria che Straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza della metà più 1 dei Soci.
In seconda convocazione l'Assemblea, sia Ordinaria che Straordinaria, è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli interventi e delibera validamente la maggioranza dei voti dei Soci presenti su tutte le questioni poste all'ordine del giorno; la seconda convocazione può aver luogo mezz'ora dopo la prima. L'Assemblea delibera normalmente a maggioranza dei presenti (i Soci possono farsi rappresentare all'Assemblea da altri associati tramite delega scritta. Ogni Socio rappresentante potrà disporre di una sola delega).

ART. 12

Per deliberare sulle modifiche da apportare allo Statuto o sullo scioglimento del Circolo, è indispensabile indire una Assemblea Straordinaria cui partecipino almeno 50% + 1 dei Soci aventi diritto al voto. Per deliberare sullo scioglimento del Circolo, è indispensabile il voto favorevole della maggioranza assoluta dei Soci.

ART. 13

Elezioni del Consiglio Direttivo e del Collegio Sindacale

Le elezioni del Consiglio Direttivo e del Consiglio Sindacale si svolgono ogni 3 anni e sono indette entro il 31 maggio dell'anno successivo a quello di scadenza con un preavviso di almeno 30 giorni. Tutti i Soci possono essere candidati ed eleggibili.

ART. 14

Sistema elettorale

Le votazioni avverranno a scrutinio segreto e tramite schede. L'assemblea dei Soci elegge al proprio interno un Presidente, un Segretario e due Scrutatori che andranno a costituire il Comitato Elettorale. I suddetti Soci componenti il Comitato elettorale non potranno essere candidati e quindi eleggibili negli organi sociali. In caso di parità di voti attribuiti a più candidati, avrà la prevalenza il Socio con maggior anzianità d'iscrizione; in caso di ulteriore parità sarà effettuato il sorteggio. Nel caso di dimissioni prima della scadenza del mandato, verrà cooptato il primo dei candidati non eletti.

ART. 15

L'assemblea tanto ordinaria che straordinaria, è presieduta da un Presidente nominato dall'Assemblea stessa; le deliberazioni adottare dovranno essere riportare su apposito libro dei verbali.

ART. 16

Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto da 7 Rappresentanti, di cui 2 nominati dall'Autocamionale della Cisa S.p.A. Il Consiglio dura in carica tre anni ed i suoi Membri sono rieleggibili.

ART. 17

Il Consiglio elegge al suo interno (tra i Consiglieri eletti dai Soci) il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario e il Cassiere. Il Presidente, il Vice Presidente e il Segetario compongono la Presidenza.

ART. 18

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta lo ritenga necessatio la Presidenza o i 4/7 dei Consiglieri; in assenza del Presidente la riunione sarà presieduta dal Vice Presidente.

ART. 19

Il Consiglio Direttivo deve:

  •  provvedere alla corretta gestione dell ' Associazione;
  •  redigere i bilanci;
  •  compilare i progetti per I 'impiego dei fondi a disposizione;
  •  stipulare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all'attività sociale;
  •  valutare provvedimenti disciplinari a carico dei Soci non adempienti con una presenza di almeno 5 dei Consiglieri;
  •  può formulare eventuali regolamenti interni (che non devono contrastare con lo spirito del presente Statuto).

 

ART. 20

Il Presidente ha la rappresentanza legale del Circolo e, congiuntamente al Cassiere la firma Sociale.  In caso di assenza o di impedimento del Presidente, tutte le di lui mansioni spettano al Vice Presidente, delegato dal Presidente medesimo, in difetto dal Consiglio.

ART. 21

Gratuità delle cariche

Tutte le cariche sociali sono gratuite.

ART. 22

Collegio Sindacale

Il Collegio è composto di due Membri effettivi e di un Supplente, eletti tra i Soci ordinari. I Sindaci durano in calica tre anni e sono rieleggibili. Essi non fanno parte del Consiglio Direttivo. I Sindaci possono effettuare periodici controlli, e dovrà essere redatto apposito verbale di tali verifiche. In occasione dell'Assemblea di presentazione dei bilanci, essi dovranno svolgere una apposita relazione sui risultati del loro lavoro.